Cattive compagnie…

Ricordo che da bambino mia nonna usava dire che se avessi frequentato cattive compagnie sarei finito male. Era il modo ingenuo di una donna che sapeva a malapena leggere per farmi capire che gli esempi sono fondamentali nel processo di crescita e di maturazione di una persona. Avere genitori capaci di comunicare buoni propositi e valori positivi, vivere in un vicinato che seppur povero ha nell’onestà il valore di riferimento, crescere frequentando persone che pur non essendo dei santi hanno dei valori “sani” a cui riferirsi, come comprensione (odio il termine “tolleranza”), amicizia, solidarietà… sono situazioni che, anche agli occhi di mia nonna, aiutano a far crescere un cittadino responsabile ed aperto verso gli altri. Ma allora che dire del buon B? Nella sua vita ha frequentato mafiosi (Mangano e Dell’Utri fra gli altri), fatto da spalla a politici condannati con sentenza definitiva per corruzione e finanziamento illecito dei partiti (Craxi ed altri…), fatto comunella con ex direttori del KGB (per cui sostenitori, anzi parte integrante di una dittatura “comunista”) e amicizia con attuali dittatori e repressori (Gheddafi), frequentato nipotine di dittatori mediorientali (vabbè…). Insomma con simili amicizie non ci si dovrebbe stupire se poi fa il bulletto anche con la Polizia per far rilasciare la nipotina di cui sopra…

Ma cosa farà da grande un simile cittadino?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: