Zaia, la Lega ed il Tricolore

Oggi ho letto che il Governatore del Veneto Zaia durante una visita ufficiale all’Universita’ di Padova si e’ rifiutato di indossare la coccarda tricolore. Per carita’, il signor Zaia ha il diritto di pensarla come vuole su bazzecole come la Nazione, il Popolo Italiano o sull’intera storia d’Italia, ma il Governatore del Veneto direi che dovrebbe essere un po’ piu’ cauto. Credo infatti che abbia prestato giuramento, di sicuro lo ha fatto da ministro con la formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”… e sono certo che la Nazione tutta concorra a pagare il suo stipendio.

Personalmente ho un’opinione piuttosto complicata riguardo il Risorgimento e credo che andrebbe fatta chiarezza su un sacco di particolari, ma cio’ che oggi conta e’ che negli ultimi 150 anni l’Italia ha vissuto unita sotto una sola bandiera e le genti che la compongono hanno camminato assieme condividendo il medesimo viaggio. Io sono nato oltre cento anni dopo la presa di Porta Pia, per me l’Unita’ Nazionale e’ un fatto; che sia stata gestita bene o meno questo e’ un altro paio di maniche. Per molti versi non abbiamo uno spirito nazionale, non ci sentiamo parte di un tutto, responsabili per come la Nazione e’ condotta. Questo particolare ha facilitato l’occupazione delle Istituzioni da parte di personaggi quantomeno discutibili che sono stati eletti non per garantire un servizio alla Nazione ma gli interessi di “qualcuno”. L’articolo 67 della nostra Costituzione pone questo comportamento chiaramente fuori legge, di fatti recita: “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”.

Per quanto espresso nell’articolo 67 non e’ illegale cambiare parte politica durante il proprio mandato, diciamo che se chi cambia bandiera avesse un minimo di moralita’ dovrebbe dimettersi e aspettare per fare campagna elettorale con la nuova formazione, visto che magari i voti con cui siede al Parlamento non sono piu’ rappresentativi, ma nessuno lo puo’ legalmente costringere. Oltretutto non sarebbe piu’ di alcuna utilita’ nel caso il suo passaggio servisse a garantire la fiducia al Governo…

Trovo comunque veramente strano che la Lega sieda in parlamento pur facendo propaganda contro l’unita’ Nazionale e trovo ancora piu’ strano che il Ministro degli Interni sia leghista: ma non eran loro che dicevano che col tricolore ci si sarebbero puliti il culo? Ero scioccamente convinto che non si potesse conciliare il separatismo con l’attivita’ politica all’interno di un governo della Repubblica… si e’ quantomeno spergiuri. O no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: