Alla foce del Congo, nord dell’Angola

Oggi mi trovo a Soyo, alla foce del fiume Congo. Dall’altra parte del fiume c’è la Repubblica Democratica del Congo, ex Congo Belga. Qui è Africa proprio come ce la si aspetta: si passa dalla foresta di mangrovie alla savana con i Baobab che giganteggiano in lontananza.

La prima cosa che si nota arrivando è l’enorme cantiere  dove una multinazionale sta costruendo un impianto per liquefare il gas e poterlo esportare. La fame di energia non conosce ostacoli, almeno così pensano un sacco di persone… e il risultato è quasi sempre la distruzione del nostro ambiente.

I relitti delle navi da carico che hanno portato per decenni le materie prime dalla foresta pluviale fino a questa cittadina sulla costa dell’Atlantico giacciono abbandonati a poche centinaia di metri dalla banchina del porto commerciale della base che supporta la ricerca petrolifera in quest’area. Sono come spettri che ci ricordano la fragilità delle cose umane…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: