Design italiano … made in Detriot, la prossima sarà la pizza made in New York?

Una volta andavamo fieri dell’eccellenza del design italiano, gonfiavamo il petto quando vedevamo all’estero un’auto con la firma di Pininfarina o Bertone… eravamo certi che i nostri ingenieri fossero i migliori al mondo e che i telai delle nostre auto fossero un punto di riferimento per gli altri costruttori, che i nostri motori fossero la punta di diamante dell’efficenza. Il buon Sergio sta facendo di tutto per farci cambiare idea e per questo dovremmo essergli grati, come Kopernico ha strappato la terra dal centro dell’universo mettendoci il Sole così il buon italo/canadese residente in Svizzera sta strappando all’Italia anche le ultime convinzioni di grandezza (o altezza) portandoci allo stesso livello del suo amico B. così almeno la smettiamo di credere di avere una speranza come paese e cominciamo a ricostruire dal basso… non dai tacchi di B, mi raccomando!

La nuova Thema, che vedete qui sotto

altro non sarà che una C300 travestita. Metteremo un motore italiano su una carcassa americana con i suoi chili e il suo stile discutibile…

Quest’auto oltre ad essere orrenda ha il pregio di chiarire la situazione agli italiani: non siete più nulla, non contate nulla, ora è solo business e quindi zitti e compratevi questa fogna. E’ simile nel concetto alla Freemont, ma se l’Italia è il paese europeo dove di vendono più SUV un motivo ci sarà, o no?

Grazie Sergio, ora son certo che non contiamo più nulla…

Annunci

3 responses to “Design italiano … made in Detriot, la prossima sarà la pizza made in New York?

  • tobymallon

    Purtroppo FIAT è caduta in mano ai finanziari, che l’hanno distrutta come altre industrie di punta, tipo Olivetti. Le scelte odierne sono tentativi di restare a galla, senza curarsi di sfruttare e valorizzare i marchi che hanno fatto la storia dell’automobile. Ormai il nostro design e la nostra storia sono più apprezzati all’estero, per esempio Wolksvagen ha acquisito Italdesign di Giugiaro e vorrebbe mettere le mani su Alfa Romeo. E forse Marchionne ha ragione, ormai gli automobilisti non sanno più niente, chi sa cosa sono le sospensioni interconnesse, addirittura l’ottanta percento di chi guida una BMW serie 1 non sa che è a trazione posteriore… che poi è ufuale a quella anteriore, no?

  • tobymallon

    Sembra che gli obiettivi di vendita (10.000 vetture in tutta Europa) difficilmente verranno mantenuti, a maggio eravamo a circa 1.500.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: