Non si rassegnano proprio mai…

Ho ascoltato una delle ultime interviste di Veronesi e ancora una volta sono rimasto senza parole… Ormai pare un disco rotto: il nucleare e’ buono, non possiamo farne a meno, senza sara’ un disastro etc etc… La cosa che mi lascia perplesso e’ che un uomo di scienza sputi la sua verita’ senza mettere numeri uno dietro all’altro, senza portarmi prove di quel che mi dice. Vorrebbe semplicemente che gli credessi perche’ lui e’ Veronesi.

Giusto per essere chiaro piacerebbe anche a me mettere le mani su una fonte di energia a basso costo e in quantita’ elevata, ma il nucleare non e’ ne a basso costo ne disponibile in quantita’ rilevante. Il costo non e’ solo determinato dal prezzo del combustibile fissile ma anche dai costi di smaltimento delle scorie che non sono assolutamente trascurabili. Per quanto ci si dia da fare per dire che la crosta terrestre e’ naturalmente radioattiva non si puo’ negare che la densita’ locale di tale radioattivita’ e’ generalmente estremamente bassa e anche se in condizioni normali tale livello accanto ad una centrale nucleare non e’ superiore alla norma, nella centrale e nei depositi di scorie il livello di radiazione e’ immensamente grande e in caso di incidente l’ambiente circostante sarebbe contaminato per sempre…

Oltre a cio’ il materiale fissile e’ disponibile in quantita’ economicamente sfruttabile solo in alcune aree e non si farebbe altro che replicare i problemi di sfruttamento che si hanno con il petrolio, solo con una risorsa immensamente piu’ pericolosa…

Se ricordate Asimov gia’ 60 anni fa si stupiva che il genere umano fosse tanto stupido (Silly Asses) da fare esperimenti nucleari sul proprio pianeta e aveva addirittura immaginato centrali a fusione, non a fissione per dare energia al suo universo… noi oltre mezzo secolo dopo non sappiamo ancora sognare qualcosa di meglio di una reazione nucleare per far bollire l’acqua!

 

Annunci

2 responses to “Non si rassegnano proprio mai…

  • ilaria

    Il nucleare in Italia sarebbe veramente una follia. La cosa piu’ preoccupante sarebbe certamente la gestione delle scorie radioattive, visto quel che succede attualmente con i rifiuti “normali”.
    I controlli sarebbero assolutamente inefficaci se non assenti. Mi vengono i brividi solo a pensarci.

    • jgwolf

      Considerato anche che, ad esempio, le scorie della centrale di Trino Vercellese sono … a Trino Vercellese, cioe’ in una zona dove le acque superficiali e le falde poco profonde sono tantissime… giusto per essere certi che in caso di incidente si riesce a riempire di isotopi radioattivi tutta la pianura padana…
      DEI VERI GENI…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: