Sfigato

Eh si, per fortuna ho trovato uno sincero, che mi ha messo di fronte alla mia realtà. Mi sono laureato a 38 anni, rientro pienamente nella categoria degli sfigati premium, di quelli senza speranza.

Certo, erano anche 18 anni che saltavo da un cantiere a una piattaforma a una base, in Italia o all’estero, tra le sabbie o nella foresta equatoriale, gestendo qualche decina di persone di diverse nazionalità e coordinando attività del valore di milioni di dollari (in squadra, ovviamente non facevo tutto io), comunque rientro nella categoria sfigati.

Solo che ero curioso di sapere cosa ha fatto il viceministro Michel Martone, certamente lui non ha aspettato molto a laurearsi.

Infatti si è laureato in legge molto prima dei 28, a 23 aveva già vinto un dottorato a Modena, a 29 riceve l’abilitazione per diventarte ordinario all’università di Teramo, a 38 viceministro.

ha anache un fratello e una sorella, entrambi non sfigati, Thomas, con il quale nel 2009 ha aperto uno studio legale a Roma, a due passi dal Vaticano, e Julie, che a 23 anni si era già laureata in genetica e biologia molecolare e che oggi è ricercatrice alla Sapienza.

Il padre è Antonio Martone, magistrato di Cassazione, sentito qualche mese fa anche come “persona informata dei fatti” sulla loggia P3, e molto amico di parecchi politici, tra cui Renato Brunetta, che lo nominò prsidente della CIVIT, la Commissione per la Valutazione, l’integrità e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche.

I senatori Ichino, Zanda e Morandi rivolsero al ministro Brunetta una interrogazione per sapere come mai proprio all’antisfigato per eccellenza, il valido Micheal, fosse stata assegnata una consulenza di 40.000 Euro per studiare i  “problemi giuridici della digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche di paesi terzi” (giuro che è vero, non mi sto inventando niente).

Quasi quasi sentirsi dire che si è sfigati da uno così è un complimento… il problema è che il rampollo genialoide si dovrà occupare della riforma del lavoro… auguri a tutti.

Annunci

3 responses to “Sfigato

  • redpoz

    Per quanto sia stato inopportuno, il viceministro ha in realtà detto una cosa giusta: a volte, studi diversi dalla laurea sono meglio da un punto di vista personale e professionale.
    Questo nulla toglie all’impegno di chi, pur lavorando (come te) sceglie di laurearsi anche in ritardo: onore al merito.
    Né toglie alcunché al merito di chi si laurea in ritardo perché si paga gli studi. Fosse per me, sarebbe una nota di merito nel CV.

    “Sfigati” sono solo coloro che si iscrivono all’Università per farla con tutta calma, senza ostacoli o difficoltà e la concludono in ritardo. In questo il viceministro ha detto una cosa vera.
    Com’è vero che altre formazioni (artigiani) dovrebbero essere maggiormente valorizzate (pensiamo alle tante produzioni di qualità del nostro paese!)

  • tobymallon

    E’ indubbio che ci siano laureati per sfinimento, gente che sceglie facoltà inutili e cose del genere, ma un minimo di distinguo sarebbe gradito, almeno da parte di un viceministro. Specialmente se ha fatto una carriera fulminante all’ombra del padre amico di Previti e Brunetta.

  • TheRagpicker

    In questo post hanno sviluppato ancor di più il tuo punto di vista… più ci si scava e più si scopre che i figli dei nostri buoni ministri (e ministre) sono decisamente ben piazzati con posti fissi o consulenze moooolto ben pagate

    http://violapost.wordpress.com/2012/02/07/i-figli-dei-ministri-tutti-geni-con-posto-fisso-e-vicino-a-mamma-nomi-foto-storie/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: