La vasca bucata

Se ho una vasca con un rubinetto e uno scarico, quanto tempo ci metto a riempirla date una certa portata in entrata e un’altra in uscita?

Un classico problema scolastico, con infinite varianti, naturalmente se l’acqua in ingresso ha una portata minore di quella in uscita allora non riusciremo mai a riempire la vasca, e nemmeno a mantenere il livello costante.

Il nostro bilancio statale assomiglia a una vasca con un getto d’acqua e tanti piccoli buchi,  il livello nella vasca scende costantemente e il debito pubblico aumenta… per rimediare si apre di più il rubinetto, facendo entrare più acqua, o meglio più soldi. Peccato che questo non basti, dato che altri buchi si aprono di continuo e il rubinetto sia arrivato al punto in cui un ulteriore aumento del flusso non è più possibile, anzi aprire di più significa diminuire il flusso.

Questo semplice processo fisico evidentemente non è ben chiaro al governo di professori che ci ritroviamo, loro pensano che il serbatoio dietro il rubinetto sia infinito, e che basti girare per attingere di più, a fermare gli sprechi non ci pensano proprio, e la cosa è evidente da questa tabella:

Interessante notare come le entrate crescano senza che le spese diminuiscano, anzi in previsione c’è un aumento, certamente la componente degli interessi riveste una grossa importanza, la tempesta finanziaria che si è abbattuta sul nostro paese grazie al comportamento irresponsabile di Berlusconi nell’agosto dello scorso anno ha comportato un aggravio delle spese per interessi.

Ma sono le spese correnti che preoccupano, quest’anno è prevista una diminuzione dicirca  due milioni di Euro, nel 2013 di un milione e nel 2014 un aumento di dodici milioni, cifre ridicole quando ci sarebbero da tagliare miliardi di sprechi. Sull’andamento del PIL meglio calare un velo pietoso, ovviamente non potevano scrivere che il paese sta entrando in una recessione spaventosa, allora hanno semplicemente scritto cifre di fantasia.

Si sta preparando un lungo inverno per il nostro paese, e i responsabili sono ancora in plancia a dirigere le operazioni, forse è ora di procurarsi un salvagente e dirigersi alle lance di salvataggio, sempre che esistano.

Annunci

3 responses to “La vasca bucata

  • jgwolf

    Le lance ci sono ma solo per la prima classe, le altre classi affonderanno con la nave mentre il capitano “cadrà” dentro una scialuppa assieme al primo ufficiale e a qualche bella signorina. Non avremo neppure il conforto di un comandante della capitaneria di porto che si incazzerà come una belva ed umilierà in diretta mondovisione il capitano coraggioso. Non vedo vie d’uscita o meglio non vedo nessuno che voglia intraprendere le poche che ci sono rimaste aperte. Alla fine sarà il caos ed è estremamente probabile che ancora una volta saremo noi a pagare i conti della bisboccia dei passeggeri di prima classe

  • tobymallon

    Giò, i nostri politici non sanno dove sono e non sanno dove vanno, ma ci vanno lo stesso.
    Nel frattempo la nave, che a ben pensarci è una vasca vuota dove se fai un buco l’acqua entra, urta già contro gli scogli. ;-(

  • La Fornero la spara grossa « orbitsville

    […] stabili, ma il peggio è che non si rispetterà nemmeno il parametro definito dal fiscal compact, secondo la Banca d’Italia si andrà a più del triplo, cioé a 27 miliardi di disavanzo nel […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: