Ma l’Italia potrebbe essere un regime a sua insaputa?

L’Italia è un paese pieno di persone che hanno posizioni a loro insaputa.

E non solo persone, ma anche animali: trote laureate in Albania senza esserci mai state e senza aver mai sostenuto un esame, partiti con investimenti in Tanzania a loro insaputa e poi ministri con case pagate alle loro spalle e presidenti del consiglio incasinati con nipoti di capi di stato nord africani che (a loro insaputa) facevano concorsi di burlesque nelle loro residenze private (assieme ad igeniste orali tettone… una professione un programma), capi della protezione civile che favorivano a loro insaputa imprenditori in odore di mafia nella non-ricostruzione di una città colpita (a loro insaputa) da un terremoto, l’agenzia delle entrate che affida la riscossione dei debiti ad una associazione a delinquere di stampo mafioso ma che a nostra insaputa è stata investita di poteri quasi totali dal Parlamento che a sua volta (e a sua insaputa) sta  dirigendo la Nazione verso il disastro sociale.

Indovinello, anzi più un indovina chi:

Da studente, durante la guerra, faceva parte del GUF (gruppo universitario fascista). A sua insaputa era un antifascista e se ne accorse solo quando il fascismo cominciò seriamente a traballare. Diventò comunista, prima a sua insaputa, poi coscientemente tanto che ricoprì svariati incarichi nel partito. Quando i carri armati sovietici entrarono in Praga e l’armata rossa soffocò nel sangue i moti Ungheresi si affrettò a dire che «L’intervento sovietico ha non solo contribuito a impedire che l’Ungheria cadesse nel caos e nella controrivoluzione, ma alla pace nel mondo». Ovviamente quando il comunismo sovietico cominciò a vacillare ebbe una serie di “travagli” di coscienza fino a considerarsi un socialista europeo (all’insaputa dei suoi elettori che continuavano a votarlo nelle liste del PCI prima e poi del PD). Ora ricopre una importante carica istituzionale e dal suo scranno usa dire che non ci si può più arroccare su posizioni antiche quando si riferisce al dibattito sull’articolo 18 dello statuto dei lavoratori… Pur avendone il potere non ha bloccato varie proposte di legge del PDL, poi stroncate dalla corte costituzionale e non ha avuto neppure il buon senso di ammettere di essersi sbagliato. Da decenni vive (molto bene) con lo stipendio che noi gli paghiamo, ma chiede a noi altri sacrifici senza esser pronto a farne di persona.

Mi sembra un indovinello facile, forse troppo…

Giusto per chiarire quale sia la mia posizione su equitalia vi rimando a questo post

Tutte le informazioni sono tratte da Wikipedia

Annunci

4 responses to “Ma l’Italia potrebbe essere un regime a sua insaputa?

  • tobymallon

    Ma insomma, qui nessuno sa niente e tu pretendi che si risponda a un indovinello?
    Tanto più che un personaggio del genere mi pare alquanto improbabile, uno che non ha mai lavorato un giorno passando attraverso le ere in modo grigio e anonimo e che ricopre una carica istituzionale?
    Mi pare davvero difficile da mandare giù.
    Piuttosto, adesso vado a controllare che nessuno mi abbia ristrutturato casa mentre ero fuori, girano certi personaggi che appena ti distrai tac! Ti trovi il lavoro fatto&pagato e non sai da chi.

    • jgwolf

      Si… in effetti non può esistere un personaggio del genere. Mi sa che hanno scritto una vaccata su Wiki…
      A proposito di cose che accadono ad insaputa… ma com’è che nessuno mi paga mai la rata del mutuo…? non è che non essendo un politico, io me le devo sudare?

  • jackilnero

    Sai che se non fosse per l’etichetta di “complottista” che odio… sto per trasformarmi in complottista?

    Questo riguardo la persona dell’indovinello più che altro… e per senatori a vita recenti, banche e spreads vari…

    • jgwolf

      Mah… ti dirò, ho sempre cercato di spiegarmi le cose evitando la scorciatoia del complotto, ma a volte sembra che le coincidenze siano proprio troppe!

      Poi se consideriamo la classe politica che ci ritroviamo e la linkiamo ai finanzieri …. insomma, un minimo di sospetto viene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: