20:31 Lunedì primo Luglio

Qualche volta mi domandano perché scrivo. Chi mi conosce bene lo sa: è semplicemente il bisogno di vedere ben ordinati in forma di parole i pensieri che mi si accalcano nella testa. A volte li voglio vedere come soldatini ad una parata militare, belli in fila che si muovono all’unisono, che marciano ordinati quasi a mettere ordine nelle mie emozioni. Altre volte vengono fuori un po’ come capita, molto più simili a come li penso. A quel punto anche le parole sono disordinate: le frasi non hanno ne capo ne cosa…

Ci sono chiamate che non vorremmo mai ricevere…

Eppure anche i pensieri disordinati battuti sulla tastiera servono a fare ordine. Pensarli con il ritmo delle dita sui tasti costringe i concetti ad incanalarsi secondo una loro priorità

Sono ormai più di 26 ore che non dormo e non è che abbia dormito molto neppure prima… Il caffè mi tiene sveglio ma mi lascia anche un senso di agitazione a cui non sono abituato. In più il caffè non mi piace…

Siamo divisi su varie navi… abbiamo dei feriti… due…tre… forse cinque…

Il temo passa e reagisci con lucidità, ma una parte rimane quasi imbambolata a guardare quel che accade come se accadesse a qualche altra persona. Arrivano decine di chiamate e informazioni contrastanti

Ci stiamo contando… 51 sono su una nave, 15 su un’altra… 37… no 36 sull’altra… 102… 102….102…

20:31 squilla il telefono: We must abandon… it’s leaning down to starboard…

Sirene che strillano come pazze di paura

102…102..102…… cosa c’è di sbagliato…..?

In quattro minuti ho chiamato quattro persone e sto correndo in ufficio…. unità di crisi già in funzione a pieno regime, navi ed elicotteri pronti a partire…

102…102….102… non cosa….CHI!

Ciao, siamo arrivati in porto.Guardo l’ora, la mezzanotte è passata da 2 minuti: è già domani…. Manca una persona all’appello, il mare se l’è presa…

Sono le 10 del mattino del 2 luglio….lo stanno ancora cercando ma le speranze sono da molto tempo ridotte a nulla… sto cercando di abituarmi all’idea di aver perso una persona sotto la mia responsabilità. Sono stanco, ma stranamente non ho sonno…sono solo stanco…

 

E’ una storia di fantasia…..davvero(?)

Comunque ora devo ripossare…

Annunci

8 responses to “20:31 Lunedì primo Luglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: