Le domande non risposte, ovvero: cosa ci stanno nascondendo?

Questa mattina su Euronews un ascoltatrice Spagnola ha posto una domanda sensata: “Carmen da Madrid domanda: “Nel dibattito sull’immigrazione si dice spesso che in molti paesi europei manca la manodopera a causa dell’invecchiamento della popolazione. Perchè allora la disoccupazione resta elevata?”

Come già postato su questo blog la disoccupazione media in Europa rasenta il 10% ed in certi paesi supera il 20%, quindi la domanda non solo ha senso, ma richiederebbe una risposta decisamente sensata, quindi Euronews ha girato la domanda all’ILO, instute of Labour Organization, ma la risposta è stata… strana:

“Risponde Michelle Leighton, dell’ILO International Migration Branch http://www.ilo.org/global/lang—en/index.htm:“L’Europa si trova ad affrontare un calo della forza-lavoro per l’invecchiamento della popolazione. Nei prossimi vent’anni si perderanno circa 22 milioni lavoratori. Una perdita significativa, le imprese non potranno essere più produttive o competitive”.Spesso le imprese si trovano a fronteggiare una carenza di forza-lavoro, anche a fronte di una disoccupazione record, e spesso non ci sono abbastanza persone qualificate per determinati lavori. Un dato interessante arriva dall’International Migration Branch, da un rapporto dello scorso autunno: la percentuale di lavoratori in Europa che non hanno un lavoro adeguato alle loro competenze oscilla tra il 25% e il 45% “.

“Questo non solo crea insoddisfazione, ma riduce anche la produttività di un’azienda. Un modo per garantire una migliore corrispondenza tra lavoro, competenza e posti disponibili nei vari paesi europei sarebbe quello di migliorare i programmi di formazione professionale. Un modo per ridurre la carenza di manodopera specie in quei settori che necessitano maggiormente di personale”

Qui il video originale

In pratica: abbiamo un problema legato sia alla scarsa sia alla sovraqualificazione del personale e quindi le aziende o non trovano personale adeguato oppure si trovano con personale svogliato… roba da matti! Ma mai come la soluzione proposta, Fottiamocene della disoccupazione e facciamo entrare in europa personale disposto a lavorare per salari iù bassi e con basse competenze in modo da soddisfare le aziende… la disoccupazione si risoverà da sola di mano in mano che l’eccesso di popolazione non produttiva morirà a causa del mancato accesso alle cure mediche di qualità…

Quindi, invece che smettere di considerare il diploma un diritto (lo studio lo è, ma il sei politico è una cagata pazzesca, tipo la famosa corazzata), invece di riqualificare lavori considerati umili, ma nella realtà estremamente importanti, invece di smetterla con la mitizzazione della ricchezza ad ogni costo, meglio importare braccianti ed operai per ammazzare il diritto di chi lavora di non essere sfruttato… Piuttosto che educare meglio avere bestie da soma…

Mi sa che non finiremo bene… ora tanti cittadini italiani hanno rigurgiti di buonismo mentre vedono quei disperati attraversare il mare, mi sa che tra non molto avranno facce diverse quando scopriranno che il sistema di protezione sociale del nostro paese è stato fatto a pezzi da sindacati corrotti e politici maneggioni, con la complicità di cittadini ignavi… e scopriranno che per le iprese è molto meglio un immigrato a 500 euro al mese senza protezioni di un italiano con tutto quel “peso inutile” delle protezioni sociali…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: