Archivi tag: Immigrazione

La realtà è un’opinione.

majorino-comeprimapiudiprima

Certe volte leggi notizie che sembrano uscite da giornali di fake news tipo Il matto quotidiano o la Rebubblica, il problema è che non è così.

In margine alla marcia oceanica in favore delle risorse clandestine il sito online di Repubblica riporta le parole di Pierfrancesco Majorino sul problema sicurezza.

Tra l’altro il nostro, classe 1983 e solito curriculum da nullafacente nullasapiente, infarcito di incarichi ottenuti per meriti politici, ha tra l’altro dichiarato:

E a chi fa sciacallaggio come Salvini rispondo con i numeri: in tre anni e mezzo abbiamo accolto a Milano 124mila persone e finora non c’è mai stato un fatto veramente grave di cronaca nera legato ai profughi

Interessante il fatto che in una città di circa un milione e mezzo di abitanti siano arrivati 40.000 clandestini all’anno ma dopotutto ci sta, in futuro saranno anche di più.

L’incredibile è dichiarare che in tre anni e mezzo non ci sono stati fatti veramente gravi legati ai clandestini… tralasciando l’accoltellamento alla stazione  Adam Kabobo ce lo siamo dimenticati?

Il ghanese clandestino prese a picconate cinque persone uccidendone tre, forse non è abbastanza grave come fatto?

E il pugile ucraino che massacrò a pugni una ragazza filippina, forse era prima di tre anni e mezzo… e i centinaia di casi di cronaca nera che vedono protagonisti i clandestini?

Certo, saprai fare e ascoltare, quanto a dire stronzate anche lì mica scherzi.


La società multiculturale puzza

 

tnx-13978-fotonizza2-kzsh-u109539609101587-1024x576lastampa-it

Credo che anche chi non abbia un senso del fiuto molto fino inizi a sentire uno sgradevole odore provenire dalla cosa misteriosa chiamata società multiculturale.

Certo, secondo molti le società multiculturali ci sono sempre state, per esempio gli imperi russo, ottomano e asburgico, la Cina degli Han, l’India dei Moghul, Incas e Aztechi.

Tutte società libere e democratiche, finite con la dissoluzione o in un bagno di sangue come nel caso dell’India e della Russia.

Esempi più vicini a noi sono l’Unione Sovietica e la Jugoslavia, altre società democratiche che si sono dissolte, la Jugoslavia concedendosi anche lei i suoi bei massacri, i bolscevichi con qualche problema di terrorismo ceceno.

Le società multiculturali attuali sono parecchie, gli Stati Uniti, la Svizzera e diversi stati europei, ma funzionano davvero?

La Svizzera certamente si, mentre le cose negli USA sembrano prendere una brutta piega, con un conflitto razziale ancora vivo dopo 150 dalla fine della guerra civile. I paesi europei non sembrano messi meglio, anzi, le seconde generazioni di immigrati musulmani non sembrano disposte a integrarsi e nemmeno a coesistere con culture diverse.

A loro la multiculturalità non piace affatto, se devo essere sincero non piace nemmeno a me.

 


Idiozie aeroportuali

Negli aeroporti capita veramente di sentire le idiozie peggiori… Tipo il tizio ben vestito con tablet d’ordinanza che fa la lezione di politica internazionale alla sua vicina al gate per Roma dicendo che l’immigrazione è tutta colpa di Schengen perché apre le porte a tutti…
Ovviamente non ha mai provato a prendere un visto per l’Europa da un paese africano…
Se fosse così facile per quale motivo ci sarebbero così tanti clandestini?


Domande senza risposta

Siriani, Afgani, Pakistani, Iracheni…tutti per un motivo o per l’altro fuggono dalla loro terra, ma perché vogliono l’Europa? 

La Russia sta inaugurando la più grande moschea d’Europa e ha una disoccupazione media del 5%, perché ha un flusso tanto basso di profughi?

Ho assistito alla gara di buonismo di antropologi e sociologi che affermano che senza immigrati le industrie europee si fermeranno presto per mancanza di manodopera.  Ma allora perché quasi tutti i paesi vogliono ritardare l’uscita dal lavoro al contempo ritardanti l’ingresso dei giovani?

Ad ascoltare i media l’Europa vuole a tutti i costi essere buona e accogliere… ma com’è che ad ascoltare la gente per la strada per la maggior parte è  contraria?

Perché non si informa in maniera limpida? Se si facesse informazione forse si scoprirebbero delle responsabilità in questa situazione che in troppi preferiscono far sparire… anche a costo di scatenare una guerra tra poveri….

Perché la Germania prima accoglie e poi dice che l’accoglienza è una responsabilità europea? Com’è possibile che i soliti noti decidano per tutti?

Quando sarà finita la spinta solidale e arriveranno i conti da pagare chi dovrà rimetterci? Già oggi da una parte sosteniamo l’accoglienza e dall’altra tagliamo il servizio sanitario, la scuola,  i trasporti. …


Confusione ai confini ed entro i confini pure peggio

L’Europa non ha la forza e men che meno il coraggio di porre rimedio alle situazioni che generano i flussi migratori… E quindi si è deciso di mettere una pezza peggiore del buco.
Correte, correte i cancelli sono aperti!
Non abbiamo soldi per sostenere il sistema sociale, tagliamo i servizi a chi paga le tasse… Ma pretendiamo di accogliere centinaia di migliaia di profughi.
Quanto tempo passerà prima dei primi scontri?
Questa situazione è una bomba sociale ad orologeria…
Chi se ne prenderà la responsabilità?


Considerazioni sull’immigrazione in Oltrepò

Nei giorni scorsi sono arrivate alcune centinaia di “immigrati” in un paio di paesoni dell’Oltrepò. Fanno parte della “ridistribuzione” decisa dal governo centrale con il placet del Parlamento Europeo, una “brillante” vittoria di quel tristo figuro che risponde al nome di Renzi. Non mi è ancora chiaro cosa abbiano in mente, ma di certo le conseguenze immediate sono facilmente prevedibili. Una banda di tromboni della lega hanno inscenato una patetica quanto inutile protesta di fronte al centro di logistica vuoto che è stato sequestrato ed adibito a ricovero. Inutile per la popolazione, ma utilissimo per il partito, visto che di certo qualche coglione penserà che la lega è l’ultimo baluardo contro l’invasione… e quindi daranno ancora voti a quei geni che hanno partorito la Bossi/Fini.

Vivo in Africa da 11 anni e conosco bene la mentalità e ho già notato alcuni gruppi di “giovani” gironzolare attorno, in gruppo con i tratti titpici della gang giovanili delle città africane. Magliette e cappellini hip hop che stridono con la loro condizione di rifugiati e nullatenenti. Il centro di “accoglienza” ovviamente gli sta stretto e appena potranno scompariranno, ma alcuni stanno verificando quali case sono sfitte e stanno pensando che è il momento di occuparle. E’ solo questione di tempo. In Sud Africa una casa non resta vuota a lungo, un piede di porco e la serratura salta… con questo semplice argomento mia moglie mi ha convinto a non comprare casa a Mossel Bay, visto che per molti mesi sarebbe rimasta vuota, la avremmo trovata occupata!

Come ho detto prima, non mi è chiaro cosa il governo abbia in mente (forse neppure loro lo sanno). Sembra quasi che vogliano alzare il livello di paura delle persone per far si che chiedano ad alta voce delle leggi “speciali” (leggi liberticide, che limitino le libertà individuali dando potere alla polizia) per far fronte all’emergenza che loro stessi stanno creando. Spero di sbagliarmi e che in fondo i nostri politici siano solo degli incapaci e non dei bastardi in malafede, ma di certo io non permetterò che la paura cambi il mio modo di vivere… farò sempre ciò che serve per tenere al sicuro le persone che amo, con o senza l’aiuto del mio governo.

Quel che dovrebbe fare l’Europa è chiudere le frontiere esterne a qualsiasi immigrazione irregolare, stabilire un sistema di quote e garantire il benessere dei residenti (cittadini i non), quel che dovrebbe fare ogni singolo stato è semplicemente rispedire al mittente i barconi, visto che li “soccorriamo” a poche miglia dalla Libia.

Se poi qualcuno dice che la Libia ora è un disastro… beh… dovrebbe ricordarsi i fantastici articoli sulla primavera araba… e poi darsi del coglione!

E i cittadini? dovrebbero prendere per le palle i politici e costringerli a mutare la loro linea politica… ma ovviamente questo è un sogno irrealizzabile visto che siamo talmente idioti da non riuscire neppure a pretendere che un treno arrivi o parta in orario!


Cornuti e Maziati

Dunque… guardate un po’ Cameron in Parlamento, non solo noi italioti siamo dei pirla che si beccano un sacco di disgraziati, ma come se questo non bastasse siamo pure i coglioni che non li controllano… Sarà anche vero, ma direi che sarebe lecito aspettarsi un po’ più di aiuto da parte dei partner europei.

In Grecia intanto le istituzioni finanziarie europee affermano che il governo dovrebbe tagliare maggiormente le pensioni, tagliare la sanità, aumentare le aliquote i.v.a. e non rompere le palle alle aziende che fatturano più di 500k euro. Il debito creato ad arte alle banche facendo credere alla gente che potevano vivere di debiti dovrà essere pagato dai più deboli….

Questa non è l’Europa che ho sostenuto fin da ragazzino… questa è una merda governata dalle banche e dobbiamo uscirne il più in fretta possibile… solo l’Europa delle persone potrebbe salvarci… non questi miserabili in giacca e cravatta!

Non ho ancora sentito ne Francia ne UK dire se l’Italia non riesce a gestire l’influsso ci pensiamo noi… noooo ci pensino quei coglioni mangiaspaghettichitarraemandolino!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: